Seleziona una pagina

I Data center e lo sviluppo delle tecnologie informatiche nelle aziende italiane. Opportunità di Business e di incremento della produttività

Il centro elaborazione dati (CED) (in inglese Data Center) è l’unità organizzativa che coordina e mantiene le apparecchiature ed i servizi di gestione dei dati ovvero l’infrastruttura IT a servizio di una o più aziende. In alcune realtà può essere denominato “servizio elaborazione dati” (SED), soprattutto in presenza di accordi di outsourcing.

Presente sia all’interno delle aziende che della pubblica amministrazione, ha sostituito l’ufficio, ormai passato nella storia dell’informatica, conosciuto con il nome di “centro meccanografico”. Al suo interno possono essere presenti vere e proprie server farm.

In alcune realtà sono strutture organizzate su scala industriale ed operano utilizzando una quantità di energia elettrica paragonabile a quella di una città di piccole dimensioni, a volte fonte significativa di inquinamento atmosferico sotto forma di Emissioni Diesel.

Descrizione

Le informazioni e le conoscenze sono oggi a disposizione in diverse forme e con varie metodologie di accesso ed è noto ormai il valore della comunicazione, sia essa mutuata attraverso corrispondenza cartacea, telefono, fax o strumenti telematici come la posta elettronica ed il Web.

Il CED serve a coordinare e gestire la diffusione delle informazioni all’interno della realtà in cui opera affinché si abbiano a disposizione tutte le conoscenze necessarie senza essere sopraffatti dall’obesità da nozione, effetto primario dell’eccesso di informazioni, spesso ridondanti, che sono a disposizione di ognuno.

In quest’ottica un CED deve fornire il supporto informatico sia generico che specifico per la gestione organizzativa e amministrativa e le attività di sorveglianza. Fornisce inoltre consulenza tecnico-scientifica alle diverse strutture in materia di sistemi di elaborazione, reti di calcolo e sistemi informativi oltre a valutare le esigenze e gli obiettivi da realizzare per la funzionalità dei servizi informatizzati.

Il CED provvede quindi a:

  • gestire e mantenere l’Architettura telematica
  • acquisire, predisporre e gestire apparecchiature informatiche e le strutture telematiche, programmi, basi di dati, comunicazioni, documentazione e quant’altro di uso comune
  • definire le politiche di sicurezza, definire i limiti di utilizzo delle risorse del CED e a far rispettare il regolamento informatico
  • fornire un articolato e qualificato servizio di consulenza
  • organizzare corsi, seminari e incontri, avvalendosi della collaborazione di esperti anche esterni.

Le attività del CED sono:

Ecco un breve quadro delle figure professionali impiegate in un CED

Tecnico hardware

Si occupa di assemblare hardware, periferiche e reti locali.

Tecnico hardware-software

È una figura che si occupa di gestire PC Client/Server all’interno di piccole reti. Offre anche supporto nell’utilizzo del PC e degli applicativi utilizzati nelle varie realtà aziendali.

Sistemista junior

Tratta reti locali e sistemi server, proponendo al cliente delle soluzioni tecnologiche per sfruttare al meglio l’informatizzazione della società. Spesso interviene dove il tecnico HW-SW ha difficoltà.

Sistemista senior

È il risultato della crescita professionale di un sistemista junior: offre soluzioni informatiche di più ampio respiro, considerando l’impatto economico e la scalabilità. È una figura che tende a perdere parte della propria “tecnicità” per avvicinarsi ad un’opera di consulenza, quindi dovrà essere in grado di gestire un progetto e trattare con i livelli dirigenziali delle aziende.

Coordinatore tecnico-commerciale

È la persona che si occupa dell’economato, vagliando le soluzioni informatiche più adatte.

Sviluppatore web

Sviluppa pagine web sfruttando programmi di creazione di siti o tecnologie HTML, ASP, PHP, python, JSP, script..

Sviluppatore software junior

Sviluppa applicazioni sfruttando i linguaggi visuali BASIC, C, Java, Python

Sviluppatore software senior

La naturale evoluzione di uno sviluppatore SW junior: lavora in team, e si occupa di analizzare la struttura dell’applicazione, e proporre le soluzioni tecnologiche migliori.

EDP

L’EDP (electronic data processing) si occupa di gestire la parte informatica dell’azienda anche appoggiandosi a consulenti o tecnici esterni. È un ruolo che spazia dall’aiuto degli utenti nell’utilizzo dei software alla gestione dei sistemi server dell’azienda.

 

EDP manager

Questa figura lavora in grandi aziende, dove alla gestione dell’infrastruttura informatica è destinato un intero ufficio di EDP.

 

Consulente

Si ricorre al consulente informatico in specifiche occasioni, soprattutto in concomitanza con particolari progetti o situazioni.

 

Il CED nell’azienda

Nelle piccole e medie imprese è frequente imbattersi in computer non connessi tra di loro o connessi in maniera grossolana, magari ad opera di diversi tecnici esterni che in sessioni successive hanno operato per risolvere specifici problemi senza avere una visione d’insieme della situazione.

Per prima cosa bisogna convincere l’azienda ad abbandonare il classico concetto di “tecnico tuttofare” a favore della creazione di un CED vero e proprio.

Poiché questa operazione non sempre viene vista di buon occhio, è opportuno spiegare dettagliatamente i vantaggi della strutturazione in rete ed in particolare le tre tipologie di servizi: la messaggistica, la condivisione delle risorse e la sorveglianza.

Il primo passo da compiere è verificare che tutti i computer siano collegati in rete fra loro ed adoperarsi per realizzare una LAN, una rete locale che può essere connessa ad Internet anche in un secondo tempo. A tale scopo i computer devono essere già configurati per accogliere il router. Insieme al router è opportuno installare sempre un firewall per proteggere meglio la rete da intrusioni non autorizzate provenienti dall’esterno.

Una volta realizzata la rete è bene far sì che il personale familiarizzi con le migliorie disponibili ed acquisisca una maggiore attenzione all’organizzazione dei documenti. Per ottenere questo il modo più facile è realizzare una condivisione delle risorse, in particolare tutte le stampanti ed un singolo disco dedicato su un solo computer, scelto secondo le disponibilità: a questo disco possono accedere tutti per spostare files da una postazione all’altra usando la LAN al posto del comune scambio di dischetti. Bisogna altresì istruire gli utilizzatori affinché imparino a salvare sempre il lavoro ed utilizzino a tale scopo le apposite cartelle così da mantenere ordinato l’archivio e lo storico delle operazioni.

Il passo successivo è l’acquisto di un Server Centrale di Gestione a cui demandare il coordinamento delle risorse e la gestione del Disco Condiviso creato in precedenza implementando nello stesso tempo funzionalità di Backup di sicurezza.

A questo punto bisogna istruire il personale affinché esegua il backup dei propri dati sul disco condiviso, nell’apposita cartella; il sistema si occuperà di aggiornare il backup giornalmente sul secondo disco del server, appositamente configurato.

Da questo momento in poi è possibile gestire il collegamento ad Internet della struttura. Probabilmente saranno già presenti precedenti configurazioni di connessione come ad esempio dial-up dei singoli utenti o connessioni a banda larga istituite in precedenza: queste connessioni vanno disabilitate sia in funzione della stabilità della spesa economica che in funzione della sicurezza delle rete. Vanno altresì comunicate agli utilizzatori alcune regole inerenti all’utilizzo di supporti proveniente dall’esterno per minimizzare il rischio di agenti esterni dannosi quali virus per sistema operativo Microsoft Windows o spyware e backdoor.

 

Il CED può fornire all’azienda una grande quantità di servizi a valore aggiunto quali, ad esempio:

Web communication

I benefici che questa nuova forma di comunicazione porta alle aziende sono molteplici e diversificati e vanno personalizzati sulle esigenze specifiche anche analizzando gli aspetti strategici di implementazione.

Assistenza clienti

Le soluzioni di gestione del rapporto con il cliente basate su Internet possono aiutare le aziende ad integrare e migliorare il rapporto con i propri consumatori e a soddisfare tutte le loro aspettative.

E-Commerce

Analizzati i vari aspetti della Internet Economy e le tipologie di E-Commerce oggi diffuse, bisogna organizzare la struttura affinché l’azienda possa beneficiare dei vantaggi della vendita su Internet e anche implementando un sito Web di successo.

Web marketing

Gli aspetti commerciali del marketing sul Web possono diventare un elemento complementare delle attività tradizionali di marketing.

Automazione della forza vendita

Le nuove tecnologie basate su Internet consentono ai rivenditori di focalizzarsi su ciò che sanno fare meglio e ridurre le attività di tipo amministrativo. L’Automazione della Forza Vendita si concentra soprattutto sui processi di vendita come il contatto con i clienti, l’elaborazione degli ordini, l’archiviazione della corrispondenza, le previsioni di vendita e l’analisi delle prestazioni.

Gestione delle risorse umane

Gli strumenti di gestione del personale basati su Internet sono in grado di aiutare le aziende a ridurre i costi, riqualificare i dipendenti e aumentarne la produttività. Grazie alla potenzialità dei sistemi in rete si può comunicare facilmente con tutto il personale dell’azienda al quale viene messa a disposizione ogni informazione utile.

Gestione delle finanze

Esaminando da vicino i vari sistemi per la gestione finanziaria all’interno delle aziende, mettendo in luce i metodi per accelerare i tempi di raccolta delle informazioni in modo che l’azienda stessa possa poi prendere, nel modo più appropriato, le decisioni migliori, le soluzioni di Gestione delle Finanze basate su Internet hanno la capacità di abbassare i costi grazie all’aumento della produttività dei reparti finanziari dell’azienda ed alla riduzione degli errori.

Produzione e distribuzione

Le soluzioni Internet per la distribuzione permettono alle aziende di far arrivare i prodotti ai clienti in modo più efficiente, rendendo automatico il processo di gestione dell’inventario e del magazzino, dei trasporti verso l’interno e l’esterno e della distribuzione finale dei prodotti.

E-Procurement (approvvigionamento via Web)

Con l’automazione dei processi di acquisto le aziende possono condividere i dati con i propri fornitori e comprendere meglio i rapporti tra la domanda e l’offerta. Inoltre le attività di E-Procurement possono aiutare a gestire meglio i fornitori e a ridurre significativamente i costi di approvvigionamento.

La gestione della supply chain (la catena produttiva)

Attraverso la gestione in rete della Supply Chain si snellisce il processo di interazione tra i fornitori e i clienti attraverso il Web. La Gestione della Supply Chain basata su Web ha come obiettivo quello di aumentare le vendite, ridurre i costi e migliorare la produzione attraverso la semplificazione dei processi di comunicazione tra tutti i partecipanti alla Supply Chain: fornitori, produttori, distributori, rivenditori e dettaglianti.

Teleworking

L’introduzione del telelavoro in un’azienda porta benefici alla competitività e riduzione dei costi, consentendo modalità lavorative ibride ed ha il vantaggio di aumentare anche la customer satisfaction.