Seleziona una pagina

Automatici, implacabili, spietati. Sono veri e propri Robot Anticrimine autonomi, quelli che in queste ore hanno cominciato a pattugliare le strade della Silicon Valley, in California.

Le chiamano Macchine Automatiche per la raccolta dati. Il nome ufficiale, che nasconde dietro una serie di parole la funzione di polizia e vigilanza, è stato coniato dagli inventori di questi buffi e simpatici oggetti, capaci di raccogliere terabyte di dati al secondo.

La società si chiama Knightscope ed è una start up californiana della Silicon Valley fondata nel 2013 da William Santana Li e Stacy D Stephens.

Come riportato dalla CBS di San Francisco, attualmente questi inquietanti ma rassicuranti robot anticrimine sono in fase di test operativo in una località sconosciuta della Silicon Valley

Il loro sito ufficiale spiega che dopo gli attentati terroristici alla maratona di Boston e alla scuola di Sandy Hook, si sono convinti di poter ridurre il rischio di veder ripetere simili eventi attraverso un uso quasi estremo di un nuovo concetto di vigilanza e sicurezza.

In effetti sì, si tratta sostanzialmente di macchine di raccolta dati dalla capacità di elaborazione impressionante, in grado di riportare una serie di immagini, rumori e suoni a una postazione remota ma in grado di muoversi sul campo per “avvicinarsi” e “analizzare” una potenziale situazione di pericolo (basti pensare alle urla di una persona che viene rapinata).

knightscope-k5

Non sono armati e non possono offendere nessuno. Ma hanno delle armi speciali per rendere la zona il più difficile possibile per i malintenzionati.

Questi robot anticrimine infatti, in caso di pericolo, oltre a chiamare le forze di polizia, fornire prove inoppugnabili di reati e mostrare le immagini in tempo reale a funzionari di sicurezza, emettono un allarme sonoro dal volume talmente alto da spingere alla fuga chiunque, se non altro per liberarsi di quel frastuono infernale.

Dopo l’informatizzazione dei servizi, l’automazione delle fabbriche e la guida automatica, a essere mandate in soffitta saranno anche le guardie giurate?