Seleziona una pagina

Assemblea Nazionale Confimi Industria. Il 5 maggio 2016 si è svolta, presso il Centro Congressi Roma Eventi, l’Assemblea Nazionale Confimi Industria. Un’occasione speciale per festeggiare i 3 anni dalla nascita di CONFIMI INDUSTRIA. Imprenditori di tutta Italia si sono incontrati per confrontarsi su un tema caro a tutti. Come far decollare il settore manifatturiero Italiano?

‘Una politica industriale a favore delle PMI. L’UNICA VIA PER FAR RIPARTIRE L’ITALIA’. Questo il tema portante della giornata del 5 maggio.

 

Assemblea Nazionale Confimi Industria

A tre anni di distanza dalla sua nascita, il 5 maggio si è tenuta a Roma l’Assemblea nazionale di Confimi Industria. Durante la giornata sono stati discussi temi fondamentali. Rappresentanza, credito, internazionalizzazione. Inoltre gli imprenditori si sono confrontati a lungo sulle migliori politiche industriali da adottare per favorire le PMI in Italia. Obiettivo primario è quello di individuare una vera politica industriale capace di porre degli obiettivi reali per i prossimi 20/30 anni.

L’Assemblea Nazionale del 5 maggio è stata l’occasione per la rielezione di Paolo AgnelliPresidente di Confimi Industria per un nuovo triennio, alla presenza di circa 400 imprenditori e numerose figure istituzionali. Sono state inoltre rinnovate le cariche degli organi sociali. La nuova Giunta sarà così composta: Presidente Paolo Agnelli (Bergamo); Vice Presidente Vicario Arturo Alberti (Verona) con delega alle Relazioni Industriali; Vice Presidente Flavio Lorenzin (Vicenza) con delega Tesoreria, Semplificazione PA e Fiscale; Vice Presidente Dino Piacentini (Aniem) con delega alle infrastrutture; Vice Presidente Giovanni Gorzanelli (Emilia) con delega all’Internazionalizzazione; Vice Presidente Riccardo Chini (Meccanici) con delega alle categorie.

Confimi è la Confederazione dell’Industria Manifatturiera Italiana e dell’Impresa Privata, nata da 10 associazioni uscite da ConfAPI e formata da 26 associazioni territoriali, Finco, Unpack e Aniem e rappresenta più di 26mila imprese. Il suo intento è quello di sostenere e promuovere il Sistema manifatturiero Italiano attraverso supporto al credito, all’internazionalizzazione e all’innovazione.

Assemblea Nazionale Confimi Industria

Paolo Agnelli, Presidente di Confimi Industria, apre l’Assemblea Nazionale dichiarando che “Quando, tre anni fa, con i miei colleghi ci siamo avventurati in questa impresa ci siamo trovati di fronte uno scenario molto complesso: il perdurare di una crisi terribile, un vuoto enorme lasciato dall’attuale sistema della rappresentanza, e un contesto politico caratterizzato da una continua alternanza di governi”. “Siamo partiti con una promessa – prosegue Agnelli – : costruire una casa nuova per gli imprenditori e l’abbiamo mantenuta, oggi la nostra casa, la casa delle 28.000 imprese che compongono Confimi industria c’è e è di cristallo, trasparente, libera da conflitti d’interesse, di acciaio, solida, e d’alluminio, flessibile e dalla struttura leggera”.

Confimi è  la volontà di rappresentare in Italia il mondo delle PMI manifatturiere e delle attività ad esse collegate rispondendo ad un bisogno crescente richiesto a gran voce delle imprese italiane.

Uno degli obiettivi è la diffusione della cultura digitale nelle imprese produttive del territorio italiano, per promuovere l’innovazione digitale e il passaggio all’Industria 4.0, l’Internet delle Cose applicato ai grandi macchinari, di cui l’Italia è grande esportatore, per garantire controllo remoto della produzione e manutenzione predittiva. L’idea è quella di creare un sistema digitale condiviso tra le imprese Italiane e facilmente comprensibile.

Assemblea Nazionale Confimi Industria

L’Assemblea Nazionale del 5 maggio è stata per gli imprenditori e gli industriali della Confederazione, l’occasione per confermare il proprio impegno per salvare il Sistema Manifatturiero Italiano. La volontà è quella di un riposizionamento del ruolo dell’impresa manifatturiera all’interno del Paese. L’obiettivo è quello di creare lavoro, ricchezza e benessere per il territorio italiano, per i lavoratori e per le loro famiglie.

Agnelli ha fatto luce sull’attuale situazione italiana dicendo che “Di fronte ad uno scenario economico che cambia con una velocità elevatissima, non possiamo esimerci dal valutare positivamente la funzione che possono avere le riforme costituzionali che saranno oggetto del referendum che si terrà ad ottobre 2016” e ha continuato lanciando un appello: “Vogliamo un nuovo sistema della rappresentanza in grado di rimettere al centro le reali esigenze dell’impresa – prosegue – e riteniamo in tal senso fondamentale che il Governo con coraggio decida di rottamare questo sistema eliminando il conflitto di interessi per ridare dignità alla rappresentanza e al dialogo sociale”.

A questo importante evento hanno partecipato oltre 400 imprenditori da tutta Italia e numerose figure istituzionali. Tra questi Clay Audino, CEO di Betacom e Presidente in carica di Confimi Industria Lombardia. La partecipazione massiccia è l’espressione diretta, nonché la vera essenza, della Confederazione.

Tutti uniti per rappresentare tutti.

 

 

 

 

 

 

http://www.confimiravenna.it/assemblea-nazionale-confimi-industria-5-maggio-2016/

http://www.confimi.it/chi-siamo-cos-e-confimi

http://www.aniem.it/2016/05/una-politica-industriale-a-favore-del-settore-manifatturiero-lunica-via-per-far-ripartire-litalia/

http://blog.betacom.it/2015/11/30/clay-audino-presidente-di-confimi-digitale-lombardia/

http://www.confimi.it/