Seleziona una pagina

Project Soli, la nuova frontiera di Google. L’idea è quella di costruire un minuscolo sensore radar  in grado di tradurre i movimenti della mano in azioni digitali. Lavora al progetto anche LG, con il suo smartwatch Urbane, la cui interfaccia utente risponde ai comandi gestuali.

Sarà possibile interagire con i dispositivi wearable senza neppure toccarli.

 

Google I/O , la conferenza tenuta annualmente da Google a San Francisco. Una tradizione cominciata nel 2008 e che stupisce anno dopo anno con la presentazione di invenzioni sempre più fantascientifiche. E’ rivolta a sviluppatori web ed incentrata sullo sviluppo di applicazioni web e mobili attraverso Google e i relativi dispositivi tecnologici.  Ogni anno, la divisione ATAP (Advanced Technology and Project) di Google, responsabile di trasformare alcune delle idee più incredibili in prodotti commerciali, presenta moltissimi prodotti straordinari.

Quest’anno, ad essere presentato, non è stato un prodotto vero e proprio, ma degli aggiornamenti sui progetti in corso. In particolare Project Ara (uno smartphone modulare e componibile ) e Project Soli. Il secondo è il tentativo della società di costruire un sensore radar molto piccolo in grado di tradurre i movimenti della mano in azioni digitali. Grazie a questo dispositivo, si potrebbero creare nuove interfacce utente per dispositivi wearable.

Una demo di Project Soli era già stata presentata nel corso dell’evento Google I/O 2015, e nell’ultimo anno un team di 60 sviluppatori si è impegnato per portare avanti il progetto. Molte le modifiche e i miglioramenti apportati. Gli sviluppatori sono riusciti a costruire strumenti per il riconoscimento degli oggetti, strumenti musicali e altro ancora. Il kit Soli è stato utilizzabile solo in un ambiente controllato, poiché l’elaborazione di una simile mole di informazioni richiede una potenza di elaborazione elevata. Il sensore radar ha inoltre bisogno di essere collegato al un computer desktop o laptop per funzionare.

Project soliDurante la conferenza Google ha anche presentato una versione personalizzata dello smartwatch LG Urbane, che sfrutta la tecnologia radar di Soli. L’orologio diventa controllabile semplicemente muovendo le dita, captando il senso dei gesti, la distanza e altri parametri grazie alla fusione di tecnologia radar e machine learning.

 

Come funziona questa tecnologia? Muovendo la mano e le dita in prossimità del sensore, i movimenti vengono catturati dal radar e trasmessi ad un supercomputer. I dati vengono poi elaborati da software specifici in grado di riconoscere i gesti con precisione e accuratezza. Ad ogni movimento viene poi associata un’azione digitale.

L’idea è quella di costruire un nuovo linguaggio dei gesti che si adatta a ogni tipo di dispositivo tecnologico.  A casa, in auto, alla fermata del pullman. Le applicazioni sono tantissimeL’obiettivo di Google è garantire un’interazione migliore con i piccoli schermi ma non solo. “Abbiamo una visione in cui è la mano l’unico controller che vi serve“, ha dichiarato Ivan Poupyrev, Technical Program Lead del gruppo ATAP. “Si passa dalla digitazione virtuale allo slider al click di pulsanti in pochi attimi“.

Attualmente si tratta ancora di una sperimentazione, ma possiamo aspettarci gradi cose da questo tipo di tecnologia.

 

 

https://events.google.com/io2016/

http://www.pianetacellulare.it/Articoli/Google/36975_Google-Project-Soli-trasforma-la-mano-in-bacchetta-magica.php

http://www.fastweb.it/smartphone-e-gadget/ecco-il-nuovo-lg-urbane-lo-smartwatch-che-risponde-ai-comandi-gestuali/

http://www.wired.it/gadget/accessori/2016/05/23/project-soli-comandi-gestuali-google-senza-touch/

http://www.tomshw.it/news/con-google-soli-controlleremo-lo-smartwatch-senza-toccarlo-77222

https://en.wikipedia.org/wiki/Google_ATAP

https://atap.google.com/ara/

https://events.google.com/io2015/

http://www.ivanpoupyrev.com/

http://www.repubblica.it/tecnologia/prodotti/2016/05/23/news/gestire_lo_smartwatch_senza_toccarlo_e_l_obiettivo_di_google_soli_non_l_unico-140418941/