Seleziona una pagina

Tutankhamon. Svelato il mistero del suo pugnale, viene dallo spazio. O meglio, il ferro che compone la sua lama è di origine meteoritica. Lo ha accertato una ricerca italo-egiziana, sottoponendo l’arma ai raggi X.

Tutankhamon, soprannominato anche il faraone bambino. Il dodicesimo sovrano egizio della XVIII dinastia. Ha regnato durante il periodo della storia dell’antico Egitto chiamato il Nuovo Regno.

tutankhamonLa scoperta della tomba di Tutankhamon risale al 1922, grazie agli archeologi britannici Howard Carter e Lord Carnarvon. Il Faraone del 14 secolo a.C. salì al trono quando era ancora un bambino e morì a 18 anni. Da qui il suo soprannome Faraone Bambino. Tutankhamon, secondo le tradizioni del tempo, venne imbalsamato e posto in un tomba. Questa era collocata nella Valle dei Re, nella necropoli dei faraoni, ma in una posizione così nascosta – si trovava sotto quella di Ramses VI – che non fu mai scoperta da nessuno dei ladri che nel corso dei secoli saccheggiarono quelle tombe .

Il corredo funebre è rimasto intatto e ben conservato. Conta più di 5 mila pezzi, tra cui preziosissimi gioielli. Attualmente i reperti provenienti dalla tomba sono conservati al Museo Egizio del Cairo dove occupano un’intera ala del secondo piano. Il 4 novembre 2007 in Egitto, Zahi Hawass ha riesumato la mummia e per la prima volta, tutto il mondo ha potuto vedere il vero volto del sovrano.Il sarcofago era d’oro massiccio e pesava più di due quintali. Al suo interno sono stati rinvenuti due pugnali. Uno dei due di origine non terrestre. Sui papiri veniva chiamato il pugnale fatto di ”ferro del cielo”.

Il mistero dell’origine di uno dei due pugnali trovati insieme alla mummia del faraone bambino, Tutankhamon, ha diviso gli studiosi fin da quando, nel 1925, fu aperto il sarcofago custodito nella Valle dei Re. A mettere la parola fine alla disputa è una ricerca italo-egiziana, nata anche dopo il ritrovamento di un cratere. Tra i tanti misteri e le superstizioni legati al faraone, a partire dalla maledizione che avrebbe colpito chi avesse profanato la sua tomba, almeno un’incognita è stata risolta. Con la fluorescenza a raggi X, gli scienziati hanno tolto ogni dubbio: il ferro della lama di quel pugnale arriva dallo spazio.

tutankhamonLa scoperta grazie ad una ricerca internazionale portata avanti da un team di ricercatori del Politecnico di Milano, dell’Università di Pisa, del Museo Egizio del Cairo, del C.N.R., dell’Università di Fayum, del Politecnico di Torino e della ditta XGLab. Il progetto bilaterale è iniziato nel 2014, ma le notizie sono state diffuse solo in questi giorni. L’analisi chimica non invasiva eseguita nel dicembre del 2014 tramite la tecnica della  fluorescenza di raggi X, ha rivelato l’origine meteoritica del ferro della lama del pugnale appartenuto all’antico  re  egizio. La lama, esposta al Museo Egizio del Cairo, è composta da frammenti di nichel (10%) e cobalto (0.6%). La concentrazione di questi elementi è tipica delle meteoriti metalliche.

Gli  antichi  egizi  attribuivano un grande valore al ferro di origine meteoritica. Per questo motivo lo utilizzavano nella produzione  di  oggetti  preziosi. «Gli oggetti egizi di ferro sono pochissimi, non avevano sviluppato la metallurgia del ferro e non c’erano cave. Così, era considerato più prezioso dell’oro», spiega Francesco Porcelli, professore di Fisica al Politecnico di Torino. «Per questo il ritrovamento del pugnale di Tutankhamon aprì un dibattito». A stupire era anche la grande qualità della manifattura, segno della capacità nella lavorazione del ferro raggiunta già allora. Il pugnale, di circa 35 centimetri e per nulla arrugginito, era infilato tra le bende della mummia, per prepararsi all’incontro con l’aldilà. Il manico era in oro lavorato con incastonate piccole pietre multicolore, dai lapislazzuli alle corniole.

I frammenti di meteorite da cui deriva la lama possono essere raccolti ancora oggi nei deserti egiziani. Si trovano soprattutto nella zona orientale, compresa tra il corso del Nilo ed il mar Rosso, oppure nei deserti del Sinai.

 

http://www.polimi.it/

https://www.unipi.it/

https://it.wikipedia.org/wiki/Museo_egizio_(Il_Cairo)

https://www.cnr.it/

http://www.egittologia.unipi.it/pisaegypt/templi_di_medinet.pdf

http://www.polito.it/

http://www.xglab.it/

http://www.repubblica.it/scienze/2016/05/26/news/archeologia_scoperto_meteorite_nel_pugnale_di_tutankhamon-140661257/

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/arte/2016/05/26/ferro-dal-cielo-per-pugnale-tutankhamon_eccde2ed-7038-4744-9c51-99771d615d3d.html

http://www.lastampa.it/2016/05/27/societa/tutankhamon-il-pugnale-venuto-dallo-spazio-43PMFNM4sjztFUw4a5PPuN/pagina.html

http://www.diregiovani.it/2016/05/27/36447-scientificamente-pugnale-tutankhamun-viene-dallo-spazio.dg/