Seleziona una pagina

Hdk2, il nuovo visore per la realtà virtuale sbaraglia la concorrenza. Sviluppato dalla OSVR, la Open Source Virtual Reality, è stato presentato all’Electronic Entertainment Expo di Los Angeles. Con il suo prezzo ridotto, appena 399 dollari, fa concorrenza spietata a Oculus Rift e Htc Vive. Il visore ha specifiche tecniche simili a quelle del competitor più famosi ed è già compatibile con molti videogiochi. 

 

Hacker development kit (Hdk2) sarà in vendita a partire da Luglio.

 

Hdk2, il nuovo visore per la realtà vituale low cost. E’ stato presentato all’Electronic Entertainment Expo di Los Angeles. La convention americana, comunemente nota come E3, è una fiera interamente dedicata agli amanti dei videogiochi. Organizzata dall’Entertainment Software Association (ESA), si tiene ogni anno a Los Angeles ospitando migliaia di appassionati da tutto il mondo.

 

Hdk2 è stato sviluppato da Razer e Sensics,  i co-fondatori di OSVR (Open Source Virtual Reality for Gaming), la più grande comunità open source dedicata alla realtà virtuale nel settore dei videogiochi. La sigla Hdk sta per hacker development kit. Il visore ha specifiche tecniche simili a quelle del competitor più famosi. In particolare ha un IQE (Image Quality Enhancer) per ridurre lo screen door effect, con l’aggiunta di una videocamera a infrarossi a 100Hz, slot USB 3.0 esterno per accessori addizionali e due connettori USB 3.0 per l’espansione interna.

 

Ma la caratteristica più interessante di Hdk2 è il prezzo contenuto. Sarà in vendita dal mese prossimo a 399 dollari. Si tratta della versione rinnovata e corretta dell’Hdk 1, il primo visore di OSVR. L’obiettivo del progetto è quello di rendere ‘open’ la realtà virtuale, in tutti i sensi. Il primo passo darà fare entrare i dispositivi in più case possibile, e il secondo renderlo compatibile con sempre più videogiochi.  Una volta raggiunti questi obiettivi, la volontà del programma OSVR è creare uno standard unico e aperto per la realtà virtuale, dal punto di vista sia hardware che software. Scopo ultimo sarebbe arrivare a far sì che i prodotti di vari costruttori siano compatibili tra loro, e che cioè si possa usare qualsiasi videogioco con qualsiasi visore. In questa ottica OSVR ha annunciato un fondo da 5 milioni di dollari per gli sviluppatori che supportano la piattaforma.

 

La realtà virtuale sta finalmente diventando accessibile, ed è solo l’inizio. Pronti a immergervi completamente nei giochi e nell’intrattenimento?