Seleziona una pagina

Future Bus. La Mercedes-Benz ha sviluppato il primo bus a guida autonoma. Negli scorsi giorni la prima prova su strada: il Future Bus ha percorso i suoi primi 20 Km di strada senza incidenti, recandosi dall’aeroporto di Schipol, in Olanda, alla vicina Haarlem. Ecco come stanno cambiando i trasporti pubblici.

Pensato per le città del futuro, il bus utilizza il sistema CityPilot per la guida autonoma. 

Future bus, l’innovativo bus a guida autonoma di Mercedes-Benz. Il progetto è ancora in fase di sviluppo, ma le premesse sono ottime. Il mezzo si muove da solo tramite un percorso prestabilito ed è in grado, al momento, di spostarsi per circa 20 chilometri consecutivi, toccando picchi di velocità di 70 chilometri orari. Caratteristica principale: la precisione. Il bus rileva le fermate in prossimità, rallenta gradualmente e si ferma a non più di 5 centimetri dal marciapiede.

L’innovativo mezzo  ha compiuto il suo primo viaggio su strada negli scorsi giorni, percorrendo una distanza di circa 20 km dall’aeroporto di Amsterdam-Schipol fino ad Haarlem. Il test è stato eseguito su strade separate dal resto della carreggiata che sono una prerogativa delle linee di bus urbani di Amsterdam. Si tratta del primo bus a guida autonoma, e dinziona grazie al sistema CityPilot, sviluppato dal gruppo Daimler.

Come funziona il Future Bus? Il sistema riconosce se il percorso è adatto per la guida automatica e informa il conducente di conseguenza. L’autista del bus a questo punto può attivare manualmente il sistema CityPilot, in modo che il computer prenda controllo del mezzo. Il conducente così diventa un passeggero: non deve più guidare. Non appena il conducente tocca il volante o tocca i pedali del bus, il sistema CityPilot viene disattivato e la guida torna manuale. Una precauzione importate per evitare qualsiasi tipo di incidente. Il conducente rimane il responsabile della guida e può intervenire in qualsiasi momento quando lo reputa necessario. Il Future Bus durante il tragitto monitora semafori e ostacoli che si trovano sul percorso. Se si lascia il centro abitato, il bus aumento l’andatura in base ai limiti di velocità della zona che percorre.

L’innovativo mezzo a guida autonoma aumenta in modo significativo la sicurezza stradale. La connettività intelligente delle telecamere e sensori installati sul bus è all’avanguardia, permettendo di dipingere un un quadro preciso dei dintorni e stabilire la posizione esatta in cui si trova bus. Grazie al suo stile di guida anticipatorio, migliora l’efficienza, stressa meno il motore e riduce il consumo di carburante e le emissioni. La guida autonoma offre anche altri vantaggi. Un’andatura fluente e senza brusche frenate che consente di migliorare non solo il comfort a bordo dei passeggeri, ma anche la sicurezza per strada.

Il future bus è pensato per le smart cities. Il bus della Mercedes è completamente diverso dai mezzi pubblici a cui siamo abituati. E’ stato appositamente pensato e sviluppato per interfacciarsi con le smart cities. Un esempio? Sarà in grado di dialogare con i semafori per sapere in anticipo quanto manca al cambio di colore e prepararsi di conseguenza. Curiosa anche l’attenzione per i dettagli. Gli interni sono disegnati con grande attenzione per il comfort, e sono divisi in tre zone in cui i passeggeri si potranno sistemare a seconda della lunghezza del tragitto da percorrere. Come se non bastasse, le postazioni sono tutte dotate di display per l’accesso a media e programmi per l’intrattenimento.

Smart bus per smart cities. L’introduzione è prevista solo per il 2020, ma sicuramente varrà la pena attendere.

 

http://www.tomshw.it/news/mercedes-il-bus-va-in-aeroporto-senza-autista-78837

http://www.ilsole24ore.com/art/motori/2016-07-19/arriva-autobus-che-si-guida-solo-ecco-come-cambiano-trasporti-pubblici-112736.shtml?uuid=ADgsRwu

http://it.ibtimes.com/future-bus-lautobus-mercedes-si-guida-da-solo-video-1460026

http://www.mercedes-benz.it/