Seleziona una pagina

La Commissione UE lancia nel contesto del programma Copernicus l’invito a presentare proposte per l’organizzazione di un’iniziativa di incubazione per startup. L’iniziativa prende il nome di Copernicus Incubation Programme e intende accompagnare le nuove attività imprenditoriali dallo sviluppo di un’idea di business, fino alla sua commercializzazione. L’invito è rivolto a persone fisiche e giuridiche aventi sede negli Stati membri, in Islanda e Norvegia.

Con un budget complessivo di 4 milioni di euro, il programma sosterrà finanziariamente l’incubazione di 20 startup ogni anno per i prossimi 3 anni, per un totale di 60 startup.

Parliamo del Programma Copernicus.  Precedentemente conosciuto come GMES (Global Monitoring for Environment and Security), è un complesso programma di osservazione  e monitoraggio satellitare della Terra. E’ stato lanciato nel 1998 dalla Commissione Europea e da un pool di agenzie spaziali. Si inserisce nel più vasto progetto GEOSS, che mira allo sviluppo di un Sistema dei Sistemi per l’osservazione globale della Terra. Il suo principale obiettivo è quello di garantire all’Europa l’autonomia nel rilevamento e nella gestione dei dati sullo stato di salute del pianeta.

In questo contesto, la Commissione Europea ha pubblicato un invito a presentare proposte per selezionare il soggetto che avrà il compito di organizzare il programma di incubazione, assumendo la responsabilità della sua promozione, di svilupparne le procedure e di organizzare la selezione delle migliori startup europee che beneficeranno del programma di incubazione.L’invito è rivolto a persone fisiche e giuridiche aventi sede negli Stati membri, in Islanda e Norvegia. L’iscrizione al bando scade il 19 aprile. Al programma di incubazione possono accedere imprenditori, startup, PMI o studenti, residenti o con sede nei Paesi che aderiscono a Copernicus, che intendono sviluppare un’idea di business.

Il programma, dotato di un budget di oltre 4,2 milioni di euro per il periodo 2014-2020, è costituito da tre componenti:

  • una componente di servizi destinata a fornire informazioni nei settori: monitoraggio atmosferico, monitoraggio dell’ambiente marino, monitoraggio del territorio, cambiamenti climatici, gestione delle emergenze e sicurezza;
  • una componente spaziale destinata a garantire osservazioni spaziali sostenibili per i tipi di servizi previsti;
  • una componente in situ destinata a garantire le osservazioni mediante installazioni a bordo di aerei, di navi e a terra per i tipi di servizi previsti.

L’obiettivo del “Copernicus Incubation Programme” è quello di sostenere la diffusione del sistema europeo di osservazione satellitare della Terra e incoraggiare la crescita del settore dei servizi downstream. L’anno scorso la Commissione Europea ha esaminato l’impatto del programma Copernicus sull’economia europea, monitorando i benefici per l’industria spaziale, il settore a valle e gli utenti finali. Lo studio, pubblicato poi con il nome di Market Report Copernicusdimostra che il programma di osservazione della Terra sta rafforzando il settore spaziale europeo. Come se non bastasse, la disponibilità di dati e servizi gratuiti di Copernicus consente lo sviluppo di molte applicazioni commerciali.

 

 

http://www.asi.it/it/flash/osservare-la-terra/copernicus

http://www.esa.int/About_Us/Ministerial_Council_2012/Global_Monitoring_for_Environment_and_Security_GMES

http://www.earthobservations.org/geoss.php

http://www.askanews.it/altre-sezioni/start-up/ue-sostegno-a-startup-che-puntano-a-sfruttare-programma-copernicus_7111019686.htm

http://www.copernicus.eu/news/european-commission-launches-copernicus-incubation-programme

https://www.fasi.biz/it/notizie/novita/15739-startup-copernicus-cercasi-incubatori-per-osservazione-terra.html#

http://urbanpost.it/copernicus-startup-programme-la-commissione-europea-alla-ricerca-un-incubatore-imprese-dellindustria-aerospaziale/