Seleziona una pagina

BetaCommunity rivoluziona la comunicazione in azienda. BetaCommunity è un applicativo ideato e realizzato dai ragazzi della IVC dell’ITIS Majorana Grugliasco, nell’ambito del programma Scopritalento per l’Alternanza Scuola Lavoro, svolto presso Betacom.

Quest’anno abbiamo deciso di andare a trovare la classe vincitrice dell’edizione Scopritalento 2016 proprio durante la presentazione del loro nuovo progetto di comunicazione agli amministratori di Betacom. L’azienda informatica già lo scorso anno aveva seguito e formato i ragazzi per insegnare loro il modo migliore per entrare nel mondo del lavoro. Un mondo che, troppo spesso, rimane un mistero per giovani, finché non ci finiscono dentro.

Il nome del progetto degli studenti dell’ITIS Majorana Grugliasco è BetaCommunity. Il pacchetto è volto a migliorare la comunicazione tra dipendenti implementando le funzione del sito aziendale in chiave più ‘social’. In sintesi, è un pacchetto di servizi volto a implementare le funzioni del sito aziendale in chiave più ‘social’. Il prodotto è responsive si divide in tre macro-aree: un sistema semi automatizzato di rendicontazione, una soluzione per favorire il carpooling tra i dipendenti e una proposta di banca del tempo per agevolare lo scambio di competenze extra lavorative.

BetaCommunity, stay connected. Questo è lo slogan che si legge sulla versione beta del sito realizzato dagli studenti. E’ un sito responsive, in inglese, compatibile con i mobile devices. Il sito è connesso ad un’app per poter gestire i dati in maniera più semplice e veloce. Tutte le informazioni sono connesse ad un database accessibile all’amministrazione, garantendo l’accesso a una documentazione strutturata, in tempo reale. Dall’applicazione si accede all’area per il rimborso spese, alla banca del tempo e al servizio di car sharing.

Come funziona l’applicazione? Il rimborso spese non è altro che un modulo che è la riproduzione digitale di quello cartaceo. l’utente può compilare i vari campi richiesti e allegare, dove necessario, la foto degli scontrini. Tutte le informazioni vengono salvate in automatico su un database a parte. La somma mensile delle spese da rimborsare viene calcolata automaticamente, così che l’amministrazione possa valutare o meno se i rimborsi siano leciti oppure no.

La sezione per il car pooling invece è ancora alle prima fasi di sviluppo, ma l’idea di base è quella di consentire ai colleghi di darsi passaggi a vicenda. Gli utenti iscritti all’applicazione potranno offrire o richiedere un passaggio inserendo indirizzo di partenza e di arrivo. Il contatto diretto, al momento, avviene tramite una piattaforma di appoggio, come la mail o facebook. Per spiegare il funzionamento del sistema i ragazzi si sono inventati un video spot, interamente realizzato da loro. Un modo simpatico ma molto efficace per spiegare le potenzialità di questo servizio. Un’opportunità per risparmiare, salvaguardare l’ambiente e stressarsi di meno.

La terza funzione dell’app si chiama ‘Banca del tempo’ e qui si possono scambiare beni e competenze. Per esempio una persona può mettere a disposizione 2 ore per tagliare un prato. In cambio la persona che usufruirà del servizio sarà in debito di due ore di tempo con la persona che ha svolto il servizio. Potrà ripagarla con una torta, oppure lavandogli l’auto, e chi più ne ha più ne metta.  E’ un’ottimo modo per condividere passioni, come andare al museo o giocare a tennis. Ovvimante verrà aplicata una moderazione per bloccare gli annunci che non sono consoni.

BetaCommunity è un’idea nata da un’esigenza espressa da Betacom, ma, senza dubbio, potrà essere molto utile a tante altre aziende.