Seleziona una pagina

Torino si aggiudica 370mila euro per il progetto MONICA. Il progetto europeo è stato presentato nell’ambito di Horizon 2020, il fondo della Commissione Europea per la ricerca e l’innovazione. Il progetto ha come obiettivo la sperimentazione di tecnologie nell’ambito dell’Internet of Things (IoT).

A Torino queste tecnologie verranno sfruttate per monitorare l’inquinamento acustico e prevenirlo.

Torino si aggiudica 370mila euro per il progetto europeo MONICA, presentato nell’ambito di Horizon 2020. Si tratta di un progetto innovativo cofinanziato dalla Commissione Europea che ha come obiettivo la sperimentazione di tecnologie che usano l’Internet of Things (IoT) per facilitare la gestione della sicurezza e l’impatto acustico di grandi eventi all’aria aperta. Sono diverse le applicazioni che “MONICA” vedrà in più sedici eventi culturali, previsti prossimamente nelle città di Torino, Copenaghen, Bonn, Amburgo, Leeds e Lione. Saranno  coinvolti oltre 100mila cittadini in queste occasioni.

Come funziona MONICA? “Il progetto – spiega l’assessore all’Innovazione del Comune di Torino Paola Pisano – mira a utilizzare l’Internet delle cose (IoT) per monitorare l’inquinamento acustico prodotto dalla movida torinese, per capire quali sono le problematiche che genera e, in un secondo momento, come prevenirle”. Il progetto MONICA è co-finanziato dalla Commissione europea attraverso il Programma per la Ricerca e l’Innovazione Horizon 2020.

La Città di Torino partecipa al progetto MONICA in qualità di partner. Altri partner torinesi sono l’Istituto Superiore Mario Boella (coordinatore tecnico di MONICA con il compito di garantire la coerenza delle soluzioni IoT adottate nell’ambito dei dimostratori), TIM, DigiSky Srl per le soluzioni aeree e Movement Entertainment Srl, società organizzatrice del Kappa FuturFestival.

 

Verranno effettuate le sperimentazioni in diverse zone sonore. L’esperienza del suono sarà migliore per coloro che vogliono godere appieno della musica, durante i concerti all’aperto ad esempio, mitigando i rumori. Saranno posizionate anche telecamere intelligenti per stimare la dimensione e la densità della folla in tempo reale, informando il personale di sicurezza di qualsiasi comportamento insolito della folla. Inoltre, attraverso l’utilizzo di dispositivi indossabili  (IoT) e app mobili, le persone saranno in grado di interagire tra loro e con gli artisti. In questo modo i partecipanti verranno anche informati sul modo migliore per lasciare il luogo dell’evento in caso di emergenza.

Ma non finisce qui. Tra i dispositivi ideati nell’ambito del progetto MONICA ci sono anche dei piccoli dirigibili. Serviranno per ‘imbarcare’ telecamere e microfoni per permettere riprese in luoghi altrimenti inaccessibili. Avranno la capacità di spostarsi con discrezione sui luoghi di interesse. Il progetto innovativo è la dimostrazione di come le città possano sfruttare le nuove tecnologie per rendere più vivibili.  volto a dimostrare come le città possano sfruttare le tecnologie Internet delle cose (IoT) per gestire suono, rumore e sicurezza in occasione di grandi eventi urbani.

L’Assessore Pisano ha commentato: “Finora abbiamo governato la città sulla base della nostra esperienza in quanto cittadini. Oggi la tecnologia ci consente di elaborare migliaia di dati e di informazioni e, di conseguenza, di partire da una base scientifica per risolvere i nodi critici della città, come il traffico o il rumore”.

 

http://www.torinoggi.it/2017/05/16/leggi-notizia/argomenti/eventi-11/articolo/a-torino-la-riunione-plenaria-del-progetto-europeo-monica.html

http://www.radio24.ilsole24ore.com/notizie/torino-aggiudica-370mila-euro-142229-gSLANJMCKC

[TORINO] Soluzioni innovative con il progetto “Monica”