Seleziona una pagina

Nell’ambito della sottoscrizione a livello Nazionale del “Protocollo sulla sicurezza e sulla legalità” tra Confimi Industria Nazionale e il Ministero dell’Interno, Confimi Piemonte sottoscrive il Protocollo Attuativo per dare applicazione, a livello locale, dei contenuti dell’Accordo nazionale.

Ieri, 31 Gennaio 2017, presso la Prefettura di Torino e alla presenza dei Prefetti di Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano–Cusio–Ossola e Vercelli, il Presidente Confimi Industria Piemonte, Clay Audino, ha sottoscritto il “Protocollo attuativo sulla sicurezza e sulla legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della  criminalità organizzata”.

Con tale accordo le Prefetture firmatarie e Confimi Industria Piemonte regolano i rispettivi  impegni, volti a rafforzare la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata negli appalti per lavori, servizi e forniture stipulati dalle imprese che aderiscono all’Intesa.

L’accordo rappresenta un innovativo strumento di prevenzione per il contrasto della criminalità organizzata, in quanto permette di estendere il regime di verifiche antimafia anche al settore dei rapporti economici tra privati.

Le imprese associate Confimi Piemonte potranno aderire al Protocollo su base volontaria assoggettandosi alle verifiche antimafia nella forma più penetrante e incisiva degli accertamenti preventivi preordinati al rilascio dell’informazione antimafia.

Clay Audino, Presidente di Confimi Industria Piemonte e AD di Betacom Srl, azienda nata a Torino quindici anni fa, ha commentato così la firma del protocollo: “Oggi è un giorno importante per Confimi Piemonte, ma lo è anche, e soprattutto, per tutte le imprese del territorio. Sottoscrivendo il protocollo di legalità e sicurezza prendiamo l’impegno di combattere il virus della criminalità organizzata e di diffondere una cultura della legalità nelle imprese piemontesi. Sono sicuro che le aziende associate ci aiuteranno con tutti i mezzi a disposizione in questa lotta, per permettere una crescita sana e costante delle PMI che fondano il tessuto economico della nostra regione”.